Come Scaricare 730 Da Agenzia Entrate

Come Scaricare 730 Da Agenzia Entrate come 730 da agenzia entrate

A partire dal 5 maggio, l'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei a una detrazione da ripartire in più rate annuali (come le spese sostenute negli anni. I passi da seguire Dichiarazione inviata. In questa sezione puoi visualizzare e stampare la dichiarazione che hai inviato all'Agenzia delle Entrate. Inoltre. da cellulare: 06 dall'estero: +39 dal lunedì al venerdì: 9 - 17; sabato: 9 - 13; (festività nazionali escluse). sms al 99 42 , solo per. MODELLO / ▫ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali (come le spese sostenute negli anni di interessi da detrarre può essere utilizzata la seguente formula. Come? online; con l'App; con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS); in ufficio. Attenzione: la password dei servizi telematici, per motivi di sicurezza, scade dopo​.

Nome: come 730 da agenzia entrate
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 69.18 MB

QUADRO E - Oneri e spese Comunicazioni oneri deducibili e detraibili, dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e Certificazione Unica QUADRO F - Acconti, ritenute, eccedenze e altri dati Certificazione Unica, dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e pagamenti e compensazioni con F24 QUADRO G - Crediti d'imposta Dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e compensazioni con F24 e Certificazione Unica Come si accede al precompilato Il modello precompilato viene messo a disposizione del contribuente, a partire dal 5 maggio, in un'apposita sezione del sito internet dell'Agenzia delle entrate www.

Nella sezione del sito internet dedicata al precompilato è possibile visualizzare: il modello precompilato; un prospetto con l'indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel precompilato e delle principali fonti utilizzate per l'ela-borazione della dichiarazione ad esempio i dati del sostituto che ha inviato la Certificazione Unica oppure i dati della banca che ha co-municato gli interessi passivi sul mutuo.

Se le informazioni in possesso dell'Agenzia delle entrate risultano incomplete, queste non vengono inserite direttamente nella dichiarazione ma sono esposte nell'apposito prospetto per consentire al contribuente di verificarle ed eventualmente indicarle nel precompilato. Nello stesso prospetto sono evidenziate anche le informazioni che risultano incongruenti e che quindi richiedono una verifica da parte del contribuente. L'esito della liquidazione non è disponibile se manca un elemento essenziale, quale, ad esempio, la destinazione d'uso di un immobile.

Abbonati a 3,99€/MESE PER 6 MESI

Una dichiarazione dei redditi va custodita per il periodo oltre il quale un potenziale credito cade in prescrizione. I vanno quindi conservati per questo termine.

Ci si entra o con le credenziali apposite quelle ad esempio utilizzate per la presentazione del online o con la propria identità SPID. Se si compilano i come dichiarazione piuttosto che modello unico bisogna cliccare sulla voce "modello ".

IN PRIMIS: PER QUANTO TEMPO CONSERVARE I 730?

Si accederà a una pagina di riepilogo dei dati del dichiarante e del coniuge se coniugato e dell'ultimo sostituto d'imposta: Il navigatore "dettagli del modello" serve per consultare anche sezioni particolari, come solo il frontespizio, solo il riepilogo dei redditi o uno dei vari quadri che compongono la dichiarazione. Dalla sezione è possibile anche stampare la dichiarazione oppure scaricarla in formato pdf il proprio modello e quello del coniuge nel caso di dichiarazione cointestata.

Il contribuente deve consegnare al sostituto d'imposta, al Caf o al professionista un'apposita delega per l'accesso al proprio modello precompilato. Presentazione al sostituto d'imposta Chi presenta la dichiarazione al proprio sostituto d'imposta deve consegnare, oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa.

Il modello riporta la scelta per destinare l'8, il 5 e il 2 per mille dell'Irpef. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime alcuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici.

In caso di dichiarazione in forma congiunta le schede per destinare l'8, il 5 e il 2 per mille dell'Irpef sono inserite dai coniugi in due distinte buste. Su ciascuna busta vanno riportati i dati del coniuge che esprime la scelta. Si consiglia di controllare attentamente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione ela- borati dal sostituto d'imposta per riscontrare eventuali errori.

Presentazione al Caf o al professionista abilitato Chi si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato deve consegnare oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa. I principali documenti da esibire sono: la Certificazione Unica e le altre certificazioni che documentano le ritenute; gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute.

Prima dell'invio della dichiarazione all'Agenzia delle entrate il Caf o il professionista consegna al contribuente una copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione, modello , elaborati sulla base dei dati e dei documenti presentati dal contribuente.

Nel prospetto di liquidazione sono evidenziate le eventuali variazioni in- tervenute a seguito dei controlli effettuati dal Caf o dal professionista e sono indicati i rimborsi che saranno erogati dal sostituto d'imposta e le somme che saranno trattenute.

Si consiglia di controllare attentamente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione elaborati dal Caf o dal professionista per riscontrare eventuali errori.

Vantaggi sui controlli Se il precompilato viene presentato senza effettuare modifiche direttamente tramite il sito internet dell'Agenzia oppure al sostituto d'im- posta non saranno effettuati i controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all'Agenzia delle entrate.

I controlli documentali possono riguardare, invece, i dati comunicati dai sostituti d'imposta mediante la Certificazione Unica.