Esempio Fattura Elettronica Xml Scaricare

Esempio Fattura Elettronica Xml Scaricare esempio fattura elettronica xml

Fattura elettronica PA obbligo fatturazione online Pubblica Amministrazione cos'è istruzioni sistema di interscambio SdI esempi fac simile come fare. formato fatturaPA in file XML, unico formato accettato dal Sistema di . Come scaricare la Fattura Elettronica in formato XML per inviarla al Sistema di Interscambio - Formato XML della FatturaPA. Qui puoi scaricare gratuitamente il modulo in Word e in Excel per l'emissione di una fattura o di una nota di credito per professionisti e aziende. L'app Fatture Xml è stata pensata per chi desidera aprire e gestire le proprie Si tratta di un programma abbastanza simile rispetto a Fattura PA e Fattura Free. Fattura elettronica esempio: visualizza un fac-simile di e-Fattura, scopri gli strumenti e le procedure necessari per creare un documento XML.

Nome: esempio fattura elettronica xml
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 18.45 Megabytes

Molti piccoli imprenditori e partite IVA hanno da sempre creato e gestito fatture tramite Excel, in maniera abbastanza semplice. Con la gestione tramite Excel abbiamo sempre salvato in locale i dati personali e dati aziendali, e sappiamo bene come la questione della privacy è di estrema attualità. La versione base di questo software Excel è completamente gratuita. Scarica adesso dal seguente link.

I campi di colore rosso sono quelli obbligatori per la fattura elettronica. Una volta inserite le anagrafiche dei clienti sarà possibile ricercarli e recuperarli velocemente per le fatture successive!

Commission Manager. Modelli di attribuzione Guida introduttiva Gestione affiliati. Payments Bundle. Tariffe gateway Setup Gateway di pagamento. La fattura cartacea conserva la sua validità solo per le operazioni comunitarie ed extracomunitarie verso clienti esteri ma non ha più alcun valore per quelle che si svolgono tra soggetti residenti o attivi in Italia.

Non è più necessario contabilizzare manualmente le fatture né stamparle su carta e conservarle per un periodo di 10 anni.

Il commercialista potrà lavorare su una base dati affidabile ed aggiornata giorno per giorno in modo automatico. È comunque possibile decidere di continuare ad emettere fatture "analogiche" ai clienti esteri ma valuta attentamente se sia vantaggioso adottare un doppio sistema per la gestione della contabilità.

Il primo dove le fatture verso italiani sono semplici da gestire ed il secondo verso l'estero che richiede il solito lavoro manuale e tanta carta. Il modulo arricchisce e completa le informazioni gestite da WHMCS in modo che sia possibile emettere le fatture elettroniche generando un apposito file denominato XML. Le fatture elettroniche infatti non sono altro che un file con estensione. Senza entrare troppo nei dettagli, all'interno di questi file sono riportati gli stessi dati che erano già presenti nelle vecchie fatture cartacee.

Ultimata la creazione degli XML questi vengono memorizzati in uno spazio di tua scelta denominato Nodo FTP per poi essere trasmessi all'Agenzia delle Entrate avvalendosi di un Intermediario. Possiamo riassumere il tutto nella seguente immagine. Grazie a questo approccio se dovessi accorgerti di un errore ad esempio nell'importo di una fattura, avrai tempo di correggerlo prima dell'esecuzione del cron.

Chiaramente è possibile fare la correzione anche in un secondo momento ma adesso concentriamoci sulla generazione degli XML. Se preferisci generare manualmente gli XML è possibile disattivare la creazione automatica dalle impostazioni del modulo.

In tal caso ti ricordiamo che esiste l'obbligo di emettere ed inviare la fattura elettronica entro e non oltre i 10 giorni dalla data di ricezione del pagamento. Il mancato invio comporta sanzioni. Prima di proseguire specifichiamo sin da ora che per le proforma e i documenti Draft non è possibile generare l'XML.

Per generare un XML manualmente è sufficiente visitare la fattura o la nota di credito in questione su WHMCS ed utilizzare l'apposito pulsante visibile nell'immagine sottostante.

Se invece hai bisogno di rigenerare un XML perché ti sei accorto di un errore oppure perché l'esito della stessa è stato negativo, premi l'icona della matita che rendere visibile il tasto per cancellare l'XML dal nodo FTP. A cancellazione effettuata sarà possibile generare un nuovo XML. In ogni caso le fatture già inviate all'Agenzia delle Entrate non possono essere rigenerate. L'unico modo per far verificare la condizione è andare ad eliminare manualmente gli XML dal nodo FTP il che è ovviamente sconsigliato ed oltretutto non c'è motivo di farlo.

In questo caso la cancellazione si limiterà a fare il detach ovvero ad eliminare il riferimento dal database. Non avrebbe infatti senso generarle con la certezza che saranno scartate dall'Agenzia delle Entrate.

Soggetti obbligati alla fattura elettronica PA:

Queste piuttosto vengono riportate nel centro notifiche che è integrato nel modulo. Specifichiamo sin da ora che se utilizzi WHMCS in italiano, tutti gli errori saranno in lingua italiana. Gli errori vengono riportati anche in cima alle fatture incriminate come visibile nell'immagine successiva. In WHMCS effettuando una ricerca per numero fattura sarà infatti possibile rendersi subito conto del problema e risolverlo direttamente dalla vista fattura.

attendi per favore...

Potrai aggiungere, rimuovere e spostare colonne senza ricaricare la pagina ed esportare la vista corrente su un foglio di calcolo. Nell'immagine riportiamo un dettaglio della tabella. Ci sono casi particolari nei quali una fattura che ha superato i controllo di Billing Extension potrebbe comunque essere scartata dall'Agenzia per dati già vagliati dal modulo. A titolo d'esempio il modulo verifica che il codice fiscale del cliente sia corretto ma tale controllo è puramente formale.

Ne consegue che un codice fiscale formalmente corretto per il modulo potrebbe non esserlo per l'Agenzia. Chiarita questa differenza, tutti gli errori di gestiti direttamente da Billing Extension possono essere consultati dall'apposito gestionale in assoluta semplicità perché l'XML non è stato generato. Puoi intervenire direttamente sui dati che causano l'errore.

A tal proposito facciamo notare che i dati anagrafici del cliente presenti in fattura non sono quelli del suo profilo ma quelli immagazzinati nello Snapshot. Quanto alla risoluzione degli errori riportati dell'Agenzia, questi sono disponibili solo se ti stai avvalendo di un Intermediario supportato dal modulo e prevedono che l'XML debba essere rigenerato. Come prima cosa elimina l'XML. Dopo aver corretto l'errore rigeneralo affinché venga nuovamente trasmesso. Puoi monitorare questa tipologia di errori oltre che dalle fatture e dalla pagina Fatture, anche dal Widget dedicato disponibile nella home di WHMCS.

Per quanto riguarda invece gli errori contabili tendenzialmente dovrai consultare il tuo commercialista. A titolo esemplificativo se hai emesso un XML con importo errato ed è stato ormai già receptio sia dall'Agenzia che dal cliente, l'unico modo per correggere l'importo sarà mediante l'emissione di una nota di credito da trasmettere anch'essa all'Agenzia.

Non è possibile completare la profilazione dall'amministrazione di WHMCS in quanto è una responsabilità che spetta al cliente. Se hai bisogno di completare la procedura per conto di un cliente dovrai necessariamente utilizzare il Login as Client per accedere come quel cliente. Nel caso in cui la Sidebar fosse disattivata o non supportata dal template, nelle impostazioni del modulo in corrispondenza della descrizione della Profilazione assistita viene fornito il link diretto.

Facciamo notare come il toggle acceso verde simboleggi una voce per la quale è già stato indicato un codice.

Menu di servizio

In qualsiasi momento potrai modificare i codici, la loro ricorrenza o eliminarli sempre utilizzando lo stesso modale. Al cliente esportatore abituale che ti chiedesse di non aggiungere l'IVA nelle tue fatture nei suoi confronti, dovrai richiedere delle informazioni a supporto della richiesta che sono contenute nella lettera di intento.

Una volta in possesso di queste informazioni procedi come segue. Prima di tutto crea un Client Custom Field aggiuntivo denominato Causale Cliente il nome puoi sceglierlo liberamente che abbia il flag Admin Only attivo come visibile nell'immagine in basso.

Fatto questo dai settaggi della Fatturazione Elettronica associalo all'impostazione Causale Cliente. C'è chi è arrivato ad inventarsi un nuovo XML proprietario del quale nessuno aveva realmente bisogno col solo scopo di portare i clienti a sviluppare soluzioni basate su di esso.

Altri hanno arricchito la propria soluzione con funzionalità interessanti come la possibilità di gestire le scorte del magazzino, le anagrafiche dei clienti e il catalogo dei prodotti. Tutto molto bello se non fosse che il cliente è vincolato ad utilizzare questa sorta di gestionale sostitudendolo di fatto a WHMCS a meno che non si sia disposti a creare un'inutile e complessa integrazione tra i due sistemi.

Infine altri molto più semplicemente impediscono l'importazione degli XML che sono stati generati da altri software come Billing Extension.

Dal momento che l'XML è uguale per tutti, si capisce che la scelta è dettata unicamente da motivi commerciali. Ora che conosci l'antefatto, puoi immaginare il motivo per il quale pur volendo non possiamo integrare tutte le piattaforme intermediarie. Nei successivi capitoli illustreremo le 3 soluzioni che abbiamo messo a disposizione nel modulo.

Idealmente vorremmo supportare quanti più Intermediari possibile ma raggiungere un tale livello di integrazione con più piattaforme è proibitivo tenuto anche conto delle limitazioni presenti nel mercato.

In entrambi i casi dovrai indicare negli appositi campi forniti i nomi delle directory da utilizzare per contrassegnare gli XML inviati e non inviati. Non dimenticare di creare fisicamente le cartelle nel nodo. Nell'immagine sopra riportata possiamo osservare un esempio di configurazione del nodo che ci dà l'occasione per descrivere il processo di trasmissione degli XML.

Questi andranno ad accumularsi nella root del nodo dopodiché si sposteranno in una delle due directory dipendentemente dall'esito della trasmissione. In quest'ultimo caso sarà il tuo Intermediario a spostare gli XML lasciando a te l'incombenza di gestire le fatture scartate.

Nella sezione dedicata alla fatturazione elettronica puoi osservare come sia possibile scaricare ed eliminare gli XML massivamente nonché contrassegnarli come inviati, scartati o in attesa direttamente da interfaccia senza bisogno di connettersi al nodo. Essendo la gestione totalmente manuale, occorre fare molta attenzione alle operazioni che si eseguono.

Creare Fattura Elettronica XML con Excel

La modifica degli status infatti si riflette nel nodo dove gli XML vengono spostati o eliminati su tua indicazione. Il download degli XML produrrà un archivio Zip all'interno del quale i file vengono divisi in due cartelle.

Una contiene i Lotti di fatture e l'altra le fatture singole. Queste due tipologie di documenti generalmente non possono essere importate contemporaneamente nei File Uploader degli Intermediari ed è per questo motivo te li forniamo già divisi tra loro. Per la ricerca puoi digitare anche parole incomplete es: " trib milano " o " app firen " o inserire direttamente il codice ufficio. I codici degli uffici destinatari sono aggiornati con i dati provenienti dall' OpenData dell'iPA.

In ogni caso, prima di inviare per la prima volta una fattura elettronica ad un Ufficio della P. Per il sistema SDI il numero del documento deve contenere almeno un carattere numerico e non è possibile inviare documenti con lo stesso numero e lo stesso anno nel campo Data tranne poche eccezioni che non rientrano nell'ambito di questa applicazione. In altri termini il numero del documento deve essere univoco per ogni soggetto che emette fatture nell'ambito dello stesso anno fiscale.

Il progressivo di invio deve essere univoco nell'ambito del SDI, pena lo scarto della fattura elettronica, e per questo consigliamo di adottare una delle seguenti modalità di codifica:. Esempi: - anno dopo il numero: , , … Esempi: - senza l'anno: , , … ; F, F, F… ecc.

Anche il nome del file xml contiene un progressivo che deve essere univoco. Per semplificare la gestione all'utente la nostra applicazione utilizza per il nome del file xml lo stesso progressivo di invio della fattura. In teoria il progressivo del file potrebbe anche essere diverso, ma utilizzando lo stesso codice si evita di dover gestire una terza numerazione ad hoc. Di conseguenza, poiché la lunghezza massima ammessa per il progressivo del file è 5 caratteri anche la lunghezza del nostro progressivo di invio sarà la stessa.

Come utente registrato , hai a disposizione un' apposita sezione dell' area riservata dove impostare i dati anagrafici e fiscali da utilizzare nelle tue fatture elettroniche. Le impostazioni sono memorizzate in modo permanente , anche in caso di cancellazione accidentale o voluta dei cookies.

Il bottone Apri Fattura Xml , disponibile per gli utenti registrati, ti consente di caricare una fattura già salvata in formato xml , anche se generata con un' altra applicazione. Dopo il caricamento, vedi subito i dati nella maschera , come se li avessi digitati manualmente, ed eventualmente puoi modificarli per creare una nuova fattura elettronica. In base alle impostazioni del browser, quando scarichi la fattura elettronica non sempre ti viene chiesto in quale cartella salvare il file.

Nella maggior parte dei casi il download del documento avviene direttamente nella cartella predefinita per i "download" e, dopo aver scaricato il file, puoi aprire tale cartella per spostare altrove il file xml scaricato.

Avvertenza: 1 Non modificare il nome del file scaricato in quanto deve rispettare uno specifico formato. Prima di firmare la fattura e inviarla al SDI è necessario togliere dal nome del file il progressivo aggiunto dal browser , pena lo scarto della fattura stessa, perché il formato del nome del file xml è rigido e non prevede caratteri aggiuntivi dopo il progressivo di invio. L'inserimento degli allegati è l' ultima operazione da fare e si effettua direttamente dalla pagina dell' anteprima dopo aver verificato che i dati presenti nella fattura siano corretti.

Una volta controllata la fattura ed eventualmente stampata o salvata in PDF puoi aggiungere gli allegati richiesti dal committente, anche più di uno contemporaneamente. L'applicazione calcola automaticamente lo spazio occupato dagli allegati nello specifico formato richiesto per la fattura elettronica, formato che occupa uno spazio maggiore rispetto alle dimensioni originarie dei file.

Le dimensioni massime complessive di una fattura elettronica, compresi gli allegati, sono: - 5 Mb in caso di caricamento diretto upload dal sito web tale limite vale anche per il controllo online. Nota: se non hai allegati da inserire e non vuoi controllare la fattura puoi scaricare subito l' xml da questa pagina senza fare l'anteprima. Se utilizzi il canale PEC per l'invio della fattura elettronica, nelle istruzioni per l'invio trovi il bottone [EMAIL] che ti consente di aprire con un click il programma di posta predefinito con alcune informazioni preimpostate.

Gli utenti registrati possono salvare nell'area riservata l' indirizzo PEC comunicato dal SDI da utilizzare per gli invii successivi fino a eventuale nuovo avviso l'indirizzo per il primo invio è uguale per tutti: sdi01 pec. L'applicazione permette di emettere fatture elettroniche da parte di Studi Associati costituiti da soli avvocati.

Visualizzare fattura elettronica

Nel caso di studi professionali ' misti ', costituiti da professionisti scritti a casse previdenziali diverse , la fattura dovrebbe riportare l'evidenza di ciascun contributo integrativo in proporzione alle quote sociali, informazione che al momento non abbiamo ritenuto opportuno inserire nell'applicazione per non appesantire l'interfaccia utente.

Tutti i dati inseriti e le fatture elettroniche generate non sono memorizzati sul server , ma sono disponibili solamente durante la sessione di lavoro. I documenti allegati non sono caricati sul server ma vengono elaborati localmente sul computer dell'utente. Se sei un utente registrato l'applicazione utilizza i dati che hai salvato nell'area riservata.

Avviso: La sessione di lavoro termina alla chiusura del browser oppure dopo 45 minuti. Avvertenza : Questa applicazione é utilizzabile per un uso non professionale e le informazioni fornite si intendono a carattere indicativo. Per segnalare eventuali errori o malfunzionamenti clicca qui. La normativa che disciplina la fatturazione elettronica è raccolta in questa pagina disponibile sul sito FatturaPA.

L' obbligo di utilizzo della fattura elettronica nei rapporti con le amministrazioni pubbliche è istituito per la prima volta nella finanziaria Legge 24 dicembre , n. Vi sono poi due decreti attuativi che individuano l'Ente responsabile della gestione del Sistema di Interscambio SDI e definiscono i processi di emissione, trasmissione e recevimento delle fatture elettroniche attraverso l'SDI da applicarsi alle amministrazioni pubbliche. Si tratta del D. La conservazione delle fatture elettroniche è disciplinata dal D.

A decorrere dalla data di cui al periodo precedente, l'Agenzia delle entrate mette a disposizione del contribuente, mediante l'utilizzo di reti telematiche e anche in formato strutturato, le informazioni acquisite. Giovedi 17 ottobre Nota: l'applicazione permette di emettere fatture elettroniche da parte di Studi Associati costituiti da soli avvocati. Nel caso di studi professionali 'misti', costituiti da professionisti scritti a casse previdenziali diverse , la fattura dovrebbe riportare l'evidenza di ciascun contributo integrativo in proporzione alle quote sociali.

Nome dell'Avvocato che emette la fattura. Cognome dell'Avvocato che emette la fattura. Denominazione sociale dello Studio legale associato che emette la fattura. Indirizzo dello Studio via… piazza… ecc. Digita i primi caratteri del Comune per attivare il completamento automatico. Codice fiscale:.

Per le persone fisiche il campo non è obbligatorio ma si consiglia il suo inserimento ai fini della trasmissione della fattura elettronica al SDI. Regime fiscale:. Regime ordinario Regime forfettario L.

NOTA: Non serve mettere la spunta ogni volta che crei una fattura ma solo la prima volta oppure se devi modificare i dati salvati precedentemente. Suggerimento: I dati memorizzati nei cookie sono legati ad un singolo browser e possono essere cancellati accidentalmente mentre se li salvi nell' area riservata previa registrazione diventano permanenti e disponibili su tutti i tuoi dispositivi.

Per la P. Togli la spunta dal campo per tornare in modalità ricerca. Tieni presente che, con l'inserimento manuale, non è possibile verificare l'esistenza e la correttezza del codice ufficio. Digita alcune parole della descrizione dell'ufficio seguite dalla località. Puoi inserire anche il codice dell'ufficio.