Pittogrammi Di Pericolo Da Scaricare

Pittogrammi Di Pericolo Da Scaricare pittogrammi di pericolo da

I nuovi pittogrammi a forma di rombo indicano la natura dei pericoli associati all' uso di una sostanza o miscela pericolosa. Sai cosa significano questi. Un pittogramma di pericolo è un'immagine presente su un'etichetta che include un simbolo di pericolo e colori specifici allo scopo di fornire informazioni sui. I simboli di rischio chimico (vecchi e nuovi), o pittogrammi di pericolo, sono simboli che Per i pericoli derivanti da prodotti (sostanze e miscele) chimici esistono figure apposite che . Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. Pittogrammi attualmente utilizzati. Lo saranno fino all'applicazione del nuovo Regolamento REACH, obbligatorio dal 1. I simboli di rischio chimico o pittogrammi di pericolo, sono simboli che vengono stampati sulle etichette dei prodotti chimici e che servono ad informare.

Nome: pittogrammi di pericolo da
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 56.50 Megabytes

Sai cosa significano questi pittogrammi? Generalic, Eni. Tavola periodica degli elementi. KTF-Split, 22 June Tavola periodica degli elementi Calcolatrici chimica Galleria di immagini.

PITTOGRAMMI DI PERICOLO

Introduzione Suggerimenti Valutazione e progresso Charter e altre iniziative Altri schemi. Introduzione Mappa del sito Composizione prodotto. Introduzione Sicurezza della composizione Funzioni e famiglie di ingredienti Ricerca ingredienti Allergie.

Introduzione Produzione sostenibile Consumo sostenibile. Pittogramma Parola di avvertenza associata Su quali prodotti sarà probabile vederlo?

NB: elenco non esaustivo Quali precauzioni si devono adottarre? Non fumare. Si prega anche di prestare attenzione alle seguenti informazioni di sicurezza riprodotte sugli imballaggi dagli operatori del settore su base volontaria e in particolare: Tenere lontano dai bambini.

Evitare il contatto con gli occhi. In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente e abbondantemente con acqua. Non ingerire.

In caso di ingestione consultare immediatamente un medico. Le persone con pelle sensibile o lesa dovrebbero evitare il contatto prolungato con il prodotto.

Menu di navigazione

Altre informazioni Per ottenere informazioni dettagliate sulla normativa e sui pittogrammi CLP è possibile: Scaricate il volantino A. Questo simbolo indica prodotti che possono esplodere in determinate condizioni. Evitare urti, attriti, scintille, calore. Sostanze ossidanti che possono infiammare materiale combustibile o alimentare incendi già in atto rendendo più difficili le operazioni di spegnimento.

Tenere lontano da materiale combustibile.

Conservare lontano da qualsiasi fonte di accensione. Sostanze gassose infiammabili a contatto con l'aria a temperatura ambiente e pressione atmosferica. Evitare la formazione di miscele aria-gas infiammabili e tenere lontano da fonti di accensione.

Facilmente infiammabile F.

Ufficio federale della sanità pubblica

Sostanze autoinfiammabili. Prodotti chimici infiammabili all'aria. Prodotti chimici che a contatto con l'acqua formano rapidamente gas infiammabili. Il Regolamento della Comunità Europea n.

WIDE Web Information Detergents Europe

I nuovi pittogrammi sono a forma di rombo rosso con sfondo bianco e sostituiranno i vecchi simboli quadrati di colore arancione applicati ai sensi della legislazione precedente. Fino a quel momento, nei supermercati o nei negozi di ferramenta locali, sarà possibile trovare detergenti, oli per lampade o altri prodotti etichettati con pittogrammi color arancione o bianco.

Scarica il PDF dei simboli. Queste sostanze devono essere conservate in locali sufficientemente isolati e lontani dalle sostanze infiammabili. Appartengono a questa categoria i perossidi, i diazo-composti, i clorati, i cloriti, i nitrati, ecc. Appartengono a questa categoria l'idrogeno, il metano, l'alcol etilico, l'alcol metilico, l'acetilene, l'acetone, l'esano, ecc.

Queste sostanze devono essere conservate in luoghi isolati e lontani da fonti di calore, scintille o fiamme. Appartengono a questa categoria il perossido di idrogeno, i permanganati, i nitrati, i cromati, l'acido nitrico concentrato, l'aria liquida, l'ossigeno liquido, ecc.

Particolarmente pericolose sono le sostanze tossiche gassose o volatili come ad esemio l'acido cianidrico, il cloro, il monossido di carbonio, l'acido solfidrico, ecc..