Scarica Spinterometro

Scarica Spinterometro  spinterometro

La scarica attraverso la scarica conduttiva prende forma di una oscillazione smorzata, determinata dalla frequenza. Apparecchio costituito da 2 elettrodi (v. fig.) a distanza regolabile, in un mezzo isolante liquido o gassoso, tra i quali s'innesca una scarica a scintilla allorché la​. valore ammesso come sovratensione sopportabile dall'apparecchiatura protetta, gli spinterometri scaricano. La scarica in essi determina un. La presenza dell'induttanza Ls serve a limitare la corrente (Is

Nome: spinterometro
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 37.21 Megabytes

Ogni sua parte, curata nei minimi dettagli, fonde insieme l'utilità funzionale con un raffinato gusto estetico. Ne sono esempi le gambe di sostegno, che riproducono la parte finale della zampa di un animale con il relativo zoccolo le stesse presenti nel Sistema di ingranaggi e nel Sistema di pulegge in ottone e il sistema micrometrico di misura.

L'insieme è costituito da una rotella in ottone e una freccia molto curata per ottenere la distanza tra gli elettrodi, tramite l'indicazione sulla scala graduata riporta sul bordo della rotella dell'angolo di rotazione. Nota, dalla lettura del micrometro, la posizione relativa dell'elettrodo mobile da quello fisso, era possibile ricavare tramite un'opportuna tabella integrativa la differenza di potenziale di un dispositivo voltaico Vecchie pile a colonna , Pile a un solo liquido.

Il dispositivo compare infatti nei primi due Inventari come atto a misurare "il salto della scintilla" in simili dispositivi elettrochimici. Lo strumento offre inoltre la possibilità di sviluppare scintille tra i due elettrodi sia nella loro più comune forma sferica che in quella a punta la sfera visibile in figura è infatti smontabile svitandola semplicemente.

La combinazione in serie agevola l'estinzione dell'arco e garantisce l'isolamento nelle condizioni di normale esercizio. Queste caratteristiche si ripercuotono positivamente sulla durata di vita del limitatore perché si evita il corto circuito sul dispositivo e, in condizioni di funzionamento ordinario, il varistore non è percorso da nessuna corrente di fuga. Quando si vogliono ottenere correnti di scarica elevate, tempi di intervento rapidi e tensione quasi costante ai capi dell'SPD si utilizzano dispositivi combinati con varistore e spinterometro collegati in parallelo.

Il varistore garantisce l'intervento senza ritardo alla tensione fissata mentre lo spinterometro permette di innalzare il valore della tensione ai capi dell'SPD e, intervenendo, di limitare l'energia specifica passante a valori accettabili per lo spinterometro. L'eventuale corrente di guasto dovrà essere interrotta per mezzo di un sistema di protezione esterno interruttore magnetotermico o fusibili installato a monte dell'SPD.

Tale corrente se non correttamente valutata potrebbe influire interventi indesiderati sul corretto funzionamento degli interruttori differenziali installati a monte dell'SPD.

Tale valore deve essere più basso della tensione di tenuta ma , onde evitare che si stabiliscano correnti di scarica al cessare della sovratensione, superiore a quello della tensione massima dell'impianto.

Dipende dal livello di protezione dell'SPD e dalla caduta di tensione induttive nei collegamenti. Se l'impedenza non ripristina l'isolamento verso terra la corrente assume valori tanto più alti quanto maggiore è la differenza tra tensione nominale Un e tensione residua Ures sull'SPD.

Possono scaricare gran parte della corrente di fulmine e quindi sono utilizzati dove il rischio di fulminazione diretta è elevato : all'ingresso delle linee di alimentazione in strutture dotate di LPS esterno, nelle strutture senza LPS esterno quando è indispensabile ridurre alcune componenti di rischio, sulle linee aeree entranti nelle strutture con l'ultimo tratto interrato inferiore a m e sui quadri elettrici sia primari che secondari per collegarsi, attraverso il PE, all'LPS esterno.

Non sono adatti alla protezione contro le scariche dirette ma possono essere impiegati quando si debbano scaricare correnti provocate da sovratensioni indotte o piccole parti della corrente di fulmine: all'ingresso delle linee di alimentazione delle strutture senza LPS esterno, nei quadri divisionali se distano più di 10 m dal quadro principale, nei quadri delle strutture senza LPS esterno nelle quali è necessario ridurre alcune componenti di rischio e nei quadri elettrici di strutture ubicate in zone con una elevata frequenza di fulminazione per unità di superficie.

Spinterometro

Possono essere installati nelle vicinanze delle apparecchiature da proteggere e all'ingresso di quadri divisionali. Le modalità di funzionamento sono piuttosto semplici.

Fra i conduttori dello spinterometro di carica opposta si produce un campo elettrostatico che agisce attraverso l'aria che li separa. L'aria è fisicamente un dielettrico cioè un isolante e quindi lo spinterometro deve essere considerato a tutti gli effetti un condensatore con dielettrico.

Ora, gli elettroni del conduttore caricato negativamente oltre a risentire della forza di attrazione esercitata dai nuclei positivi che formano il metallo, risentono anche dell'azione attrattiva del campo elettrostatico prodotto dall'altro conduttore.