Scaricare Uss Indianapolis

Scaricare Uss Indianapolis  uss indianapolis

Durante la Seconda Guerra Mondiale alla USS Indianapolis e al suo ecquipaggio guidato dal capitano Charles McVay viene affidata una missione top secret. Dopo avere scaricato la spedizione top secret, la USS Indianapolis ha fatto rotta verso Guam e da lì si è preparata a raggiungere Leytem, nelle. Scarica in PDF. USS Indianapolis di Mario Van Peebles (già attore cinematografico e poi regista di numerosi serial televisivi) ha come tema il vero episodio. La USS Indianapolis (CA) è stato un incrociatore pesante della classe Portland, della Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. USS Indianapolis (USS Indianapolis: Men of Courage) è un film di guerra del diretto da Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile.

Nome: uss indianapolis
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 26.50 Megabytes

Trama[ modifica modifica wikitesto ] Nel , l' incrociatore pesante USS Indianapolis , comandato dal capitano Charles McVay , sta trasportando all'isola di Tinian la prima bomba atomica Little Boy , che in seguito sarebbe stata utilizzata per bombardare Hiroshima verso la fine della seconda guerra mondiale. La nave, scelta per la sua elevata velocità di crociera, viaggia senza scorta, a causa dell'altissima segretezza della missione.

In viaggio nel Mar delle Filippine dopo aver sbarcato il proprio carico, il 30 luglio , la nave è silurata e affondata da un sottomarino giapponese.

I segnali di SOS da parte dell'equipaggio sono ignorati dalle stazioni radio americane, che non hanno notizia di operazioni navali nella zona, tantomeno della presenza dell'incrociatore; viene ignorato anche il messaggio dello stesso comandante giapponese, che comunica l'affondamento e inoltra una richiesta di soccorso per i naufraghi. La maggior parte dei sopravvissuti muore divorata dagli squali o impazzita per la disidratazione, il sole e per aver bevuto acqua salata di mare tra cui il Sottufficiale Capo McWhorter.

Una serie di negligenze frena i soccorsi. Il comandante Charles B. McVay III ha 47 anni.

È nato in Pennsylvania, il padre era ammiraglio. Poi, la missione segreta che avrebbe cambiato il corso della guerra. Si è anche ipotizzato che King avesse qualche conto da regolare col padre di McVay Niente da fare.

Colpevole: questo il verdetto. Un anno dopo, la sentenza è rimessa, ma la carriera di McVay è comunque bruciata. Peccato che in questo caso non sia successo.

CRITICA "La storia autentica del film di Mario Van Peebles era stata già evocata nel monologo di un personaggio dello 'Squalo' di Spielberg; e il suo interesse, umano e drammatico, è tale da consigliarne la visione malgrado i difetti. Che consistono, intanto, in una definizione troppo schematica dei personaggi In più, Van Peebles non ha ereditato le capacità del padre, il geniale regista indipendente black Melvin, e spesso coniuga le sequenze in modo piatto e affettato.

Di media qualità anche gli effetti speciali; migliori nelle scene con gli squali.

Nella parte forse più stoica della sua filmografia fitta di personaggi tormentati, Nicolas Cage ha due sole espressioni: col cappello e senza. Quanto al regista Mario Van Peebles mostra scarsa finezza sia nell'inscenare il privato - amori a terra e rapporti fra commilitoni; sia nell'impaginare le sequenze d'azione e di mare. La Uss Indianapolis avrebbe meritato di meglio e di più.

Rispetto ai due modelli sempre che li abbia tenuti presenti, ma il regista Van Peebles giura di no 'USS Indianapolis' rimane parecchio distanziato, sia nella resa spettacolare che nella tensione. Alla ricerca di un capro espiatorio per la propria negligenza, la Marina condanna il capitano McVay, cui erano state tuttavia negate importanti informazioni di sicurezza, come l'avvenuto affondamento di un'altra unità e la presenza di sommergibili nemici nelle acque tra Tinian e le Filippine, per aver "messo a rischio la nave rinunciando a zigzagare", nonostante le prove schiaccianti a suo sostegno e la testimonianza dello stesso comandante giapponese.

Al termine di un veloce processo, il cap. McVay sarà parzialmente scagionato dall'accusa, ma non reggerà il ricordo di quanto accaduto in quei giorni.