Scariche Di Diarrea Cosa Mangiare

Scariche Di Diarrea Cosa Mangiare scariche di diarrea cosa mangiare

Pane tostato, fette biscottate, grissini o crackers, da preferire tra i cereali;. Carni e pesci magri, da cucinare lessati, al vapore, ai ferri o al forno ma senza aggiunta. jobs-bg.info › Disturbi e patologie. diarrea, caratterizzata da un numero variabile di scariche prive di muco, pus, o sangue. Se i sintomi non tendono a migliorare e il disturbo si protrae per più giorni. Rimedi per la Diarrea: cosa fare e cosa non fare, cosa mangiare, che farmaci Se le scariche sono più numerose di 3 al giorno viene definita dissenteria.

Nome: scariche di diarrea cosa mangiare
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 34.86 MB

Se il disturbo dura meno di due settimane si parla di diarrea acuta, oltre tale durata si parla di diarrea cronica. Spesso la diarrea è di natura infettiva, ma le cause possono essere molteplici. Una diarrea importante non va sottovalutata e occorre chiedere la consulenza di un medico che fornirà anche informazioni precise sulla dieta più indicata.

In generale, comunque, esistono alcune regole alimentari valide che possono aiutare a ridurre il sintomo e a favorirne la scomparsa. Dieta in caso di diarrea, cosa mangiare In caso di diarrea la dieta dovrà essere ricca di liquidi, per reintrodurre quelli persi con le feci. Alcuni dolcificanti, quali mannitolo e sorbitolo, producono un effetto lassativo e possono dunque aumentare il sintomo della diarrea.

Andrebbero, infine, consumati in maniera moderata gli alimenti che favoriscono la produzione di gas intestinale, per esempio tutti i legumi.

Molti casi di diarrea acuta sono causati da virus, più frequentemente da rotavirus soprattutto nei bambini e da norovirus.

Altre possibili cause di diarrea possono essere i farmaci , come per esempio i lassativi, gli antibiotici, i chemioterapici. Le intolleranze, come ad esempio quella al lattosio o a dolcificanti artificiali, possono manifestarsi con sintomi di tipo organico, come la diarrea.

I rimedi alla diarrea Il trattamento di base della diarrea si propone due obiettivi: prevenire o trattare la disidratazione, causata dalla perdita di liquidi e sali minerali con le feci, ripristinare la flora intestinale alterata Idratazione, fermenti lattici e dieta formano il primo approccio alla diarrea.

Malattie digestive: le malattie infiammatorie intestinali e la celiachia spesso determinano diarrea.

Malattie intestinali funzionali: la diarrea è un sintomo tipico del colon irritabile. Bambini I bambini possono soffrire di forme acute e croniche di diarrea.

Le cause sono batteriche, virali, parassitarie, farmacologiche, alimentari e funzionali. I Rotavirus sono gli agenti più comuni e determinano una diarrea che si risolve spontaneamente in giorni.

Come modificare l’alimentazione quando si manifestano gli attacchi:

Per i neonati esiste un vaccino che funziona molto bene. Molto utile è il somministrare bevande arricchite di soluzioni reidratanti come Mg. K vis o Polase.

Alcuni dolcificanti, quali mannitolo e sorbitolo, producono un effetto lassativo e possono dunque aumentare il sintomo della diarrea. Andrebbero, infine, consumati in maniera moderata gli alimenti che favoriscono la produzione di gas intestinale, per esempio tutti i legumi.

Dieta contro la diarrea, consigli pratici Di seguito, alcuni consigli pratici che possono aiutare a seguire una dieta giusta in caso di diarrea: Consumare il riso con la propria acqua di cottura. Tostare il pane.